Da sempre istituzioni, enti, imprese, partiti, società sportive, associazioni, “parlano” attraverso i comunicati stampa. Con l’avvento di internet, la diffusione dei comunicati è aumentata in modo esponenziale. I costi di produzione, invece, sono diminuiti. Ne consegue che i comunicati costituiscono oggi uno degli strumenti più efficaci ed economici per lanciare campagne di informazione in rete e promuovere un sito internet.
In questa guida spieghiamo come aumentare la popolarità di un sito attraverso i comunicati. 

Per prima cosa bisogna scrivere comunicati di qualità. Se il comunicato è ben fatto sarà più facile che il destinatario lo prenda in considerazione. Un buon comunicato deve contenere una notizia (in senso giornalistico). Essere chiaro e sintetico. Utilizzare parole chiave specifiche e link al sito da promuovere. Il lancio di un prodotto sul mercato, l’avvio di un nuovo servizio, l’apertura di un punto vendita, la diffusione dei dati di una ricerca, ecc. sono altrettanti spunti per scrivere comunicati.

Il comunicato ha regole precise, da cui dipende la sua efficacia. Diverse guide, come questa, spiegano come scrivere un testo corretto sotto il profilo formale e stilistico. Ci si può anche rivolgere a un’agenzia specializzata, che vi consegnerà un testo professionale e accurato. In alternativa, su un marketplace di contenuti, come Scribox, con pochi euro, si può commissionare un comunicato a un autore, selezionato tra un’ampia rosa di candidati sulla base delle competenze e delle caratteristiche professionali desiderate. Poiché i motori di ricerca penalizzano i contenuti duplicati, può essere utile approntare due o tre “riscritture” dello stesso comunicato, avendo presente i vari destinatari del messaggio (giornalisti, utenti di social media, ecc.).

Il secondo passo consiste nel diffondere i comunicati. Se vi siete rivolti a un’agenzia, non dovrete preoccuparvi della diffusione. Diversamente sarete voi a occuparvene. La diffusione consiste nell’invio del comunicato a una mailing list di giornalisti. Occorrerà una rubrica di contatti utili (giornalisti della stampa, redattori, blogger, freelance, articolisti, comunicatori e opinion leader). Se non la si possiede, la si può creare. Solitamente, gli indirizzi mail delle redazioni che compaiono nella pagina web dei contatti sono letteralmente sommersi da comunicati stampa.

Meglio, dunque, individuare chi scrive degli stessi argomenti che trattate nel comunicato attraverso una breve ricerca all’interno dello stesso sito. Esistono, oltre alle directory e ai motori di ricerca specializzati, anche alcune banche dati consultabili a pagamento – come Mediaddress o l’Agenda del giornalista – che consentono di compilare liste “mirate”, selezionando i giornalisti per testata, area geografica, settore, ecc. Utile e aggiornato anche Ipse.com, un catalogo delle risorse per l’informazione online.

Un secondo canale di diffusione è rappresentato dai siti di informazione user-generated come Comunicati-stampa.com e Comunicati-stampa.net. Qui l’utente può registrarsi e pubblicare i comunicati direttamente su una piattaforma (wordpress, blogger o joomla le più diffuse) ed attendere che il moderatore, dopo aver visionato i testi, li metta online. La pubblicazione è garantita, purché i contenuti non violino il regolamento del sito. Poiché alcuni siti non accettano contenuti duplicati, vi torneranno utili le due o tre versioni del comunicato preparate in precedenza.

Il terzo canale è rappresentato dai Social Network.  Facebook, Twitter, LinkedIn, ecc. sono indispensabili per condividere, diffondere e promuovere notizie. Non a caso, molti personaggi pubblici affidano i loro comunicati ai Social network prima che alle agenzie di stampa. Per la loro natura partecipativa, i Social Network consentono di coinvolgere e mobilitare gli utenti, che sono “invitati” a condividere, a commentare e a esprimere il loro gradimento, creando interesse attorno a una notizia e aumentando la visibilità e la popolarità del nostro sito.

L’obiettivo principale di una campagna d’informazione su internet sta nell’ottenere un buon numero di articoli sui portali più popolari. Ciò significa, infatti, comparire in cima ai risultati offerti dai motori di ricerca per determinate parole chiave, incrementare la link popularity e il traffico verso il nostro sito, ma anche migliorare la visibilità, la reputazione e l’immagine del sito o dell’azienda.

Comunicati stampa e promozione di siti web